Con il 66% di fatturato dai PC, il 19% dai Server e la concorrenza dei tablet #Intel presto dovrà scegliere


English version

4110-06 810x542

In un post precedente avevo fatto delle riflessioni sul fatto che i costruttori di chip si focalizzano su mercati che, per volumi o per specificità, garantiscano quei profitti adeguati e riescano a finanziare i costi della ricerca. Alla fine ipotizzavo una crisi o una scelta di campo di Intel che vede minato il suo primato non tanto da concorrenti diretti come AMD, ma da due fattori: il primo è dovuto al possibile dissolvimento del mercato dei PC, minato da smartphone e tablet; il secondo, a mio avviso, è dovuto allo sdoppiamento del mercato dei chip da una parte per dispositivi piccoli, poco esigenti di energia elettrica e multifunzionali e dall’altra per dispositivi dalle grosse capacità di calcolo.

In questi giorni ci sono stati altri articoli (di persone ben più autorevoli del sottoscritto) che hanno rafforzato questa opinione. Forbes nel post Otellini Nicely Milked Intel’s PC-Chip Business, But is Pay Justified With Mobile Strategy a Flop? di fine Novembre evidenzia che nel 2011 Intel ha versato il 19% di ogni dollaro incassato ed il suo revenue proviene per il 66% da PC/Laptop e per il 19% dai server dei datacenter. Mentre il fatturato per tablet e mobile è stato solo “un anemico 9%” e la relativa divisione ha relizzato una perdita di 882 M$.

Quindi se il mercato dei PC/Laptop svanisce in favore dei Tablet, la mia ipotesi di giorni bui per Intel in mancanza di decisioni nuove, non è del tutto campata per aria. Un’altro brutto presentimento per Intel, viene dalla rarefazione del duopolio WinTel dopo che Microsoft ha concretizzato lo sviluppo di Windows 8 per ARM.

EETimes ha fatto un’ipotesi nell’articolo Why Intel should make chips for Apple, Cisco, ossia una svolta dell’azienda che potrebbe farla diventare il fornitore di chip per i dispositivi della mela, oppure per i router di fascia alta di CISCO. L’autore del post, Rick Merritt, vede in queste due aziende delle ottime potenzialità per Intel: “both Apple and Cisco have the potential to be much larger customers of Intel than they are today“.

Il dubbio che continuo ad avere, vedendo questi numeri e considerando queste alternative, è se Intel farà queste scelte riuscirà a continuare con un ritmo di ricerca e sviluppo adeguato anche per il mercato dei nostri datacenter? La capacità di Andy Grove di imprimere una svolta sarà ancora nel DNA del nuovo CEO?

Annunci

One thought on “Con il 66% di fatturato dai PC, il 19% dai Server e la concorrenza dei tablet #Intel presto dovrà scegliere

  1. […] tecnologici sviluppati da altri: Intel in prima linea. In questo blog ho avuto modo di esprimere le mie opinioni sul futuro di Intel che, a seconda delle sue scelte potrebbe influire drasticamente su azienda come […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...